Home / Collaboratori

Stampare il contenuto della pagina

Collaboratori

Presentazione degli autori delle schede «Personaggi», «Opere» e «Temi»

Laureata in musicologia presso l’École pratique des hautes études (Parigi), Hélène Cao ha ottenuto cinque primi premi al Conservatoire supérieur de Paris e ora vi insegna analisi e storia della musica. Inoltre è consulente della redazione de «L’Avant-Scène Opéra» e critica musicale per la rivista «Diapason». Ha pubblicato, in particolare, Debussy (Jean-Paul Gisserot), Louis Spohr (Papillon), Thomas Adès le voyageur (MF) e Anthologie du lied insieme alla traduttrice Hélène Boisson (Buchet / Chastel), e ha collaborato al Dictionnaire encyclopédique Wagner diretto da Timothée Picard (Actes Sud / Cité de la musique).

Direttore scientifico del Palazzetto Bru Zane (Venise), laureato in musicologia (Paris IV-Sorbonne), già membro residente dell’Académie de France a Roma (Villa Medici), Alexandre Dratwicki è uno specialista di musica francese dell’Ottocento. Diplomato al Conservatoire de Paris (estetica), ha insegnato storia della musica in diverse università e ha prodotto per Radio France La Querelle des Bouffons e Sortez les jumelles, nel 2006-2007. Ha pubblicato per i tipi di Somogy, Le Cavalier bleu, Ediciones singulares, Brepols, Vrin e Symétrie. Il suo libro Un nouveau commerce de la virtuosité (1780-1830) ha ottenuto il Prix des Muses 2007 per la saggistica. Ha curato insieme a Julia Lu Le Concours du prix de Rome de musique (1803-1968) e ottenuto nel 2013 un premio della Fondation Napoléon per La Mort d’Abel de Rodolphe Kreutzer.

Già allieva dell’École normale supérieure di Lione, docente di musica e diplomata al Conservatoire de Paris in storia della musica e in estetica, Fanny Gribenski è dottoranda all’École des hautes études en sciences sociales, dove sta preparando una tesi su L’église comme lieu de concerts (Paris, 1830-1905). Borsista della Fondation Thiers-Centre de Recherches Humanistes e membro del comitato di lettura della rivista online «Transposition», Fanny è la violoncellista del quartetto Octopus, con il quale si esibisce regolarmente in concerto. 

Dottore in storia presso l’École des hautes études en sciences sociales (Paris), Étienne Jardin si occupa della vita musicale francese dalla fine del XVIII secolo all’inizio del XX. Cofondatore e direttore editoriale della rivista digitale «Transposition. Musique et sciences sociales» (2010), attualmente è responsabile scientifico delle pubblicazioni e dei convegni per il Palazzetto Bru Zane – Centre de musique romantique française.
Laureato in musicologia e diplomato al Conservatoire de Paris (storia della musica, estetica e analisi), Nicolas Southon studia in particolare la musica in Francia nel XIX e XX secolo. Ha insegnato in diverse università, è stato produttore per France-Musique e ha collaborato alla rivista «Diapason». Ha pubblicato, tra l’altro, contributi al Dictionnaire encyclopédique Wagner e a Éléments d’esthétique musicale (Actes Sud). Ha anche raccolto e curato gli scritti di Francis Poulenc in J’écris ce qui me chante (Fayard, 2011; trad. inglese Ashgate, 2014), volume che ha ottenuto il Prix des Muses. È il curatore dell’edizione delle Œuvres complètes de Gabriel Fauré (Bärenreiter).