Home / Opere / 25 Préludes dans tous les tons majeurs et mineurs pour piano ou orgue op. 31 (Charles-Valentin Alkan)

Stampare il contenuto della pagina

25 Préludes dans tous les tons majeurs et mineurs pour piano ou orgue op. 31 (Charles-Valentin Alkan)

Data

1847

Testo

Editi presso Brandus nel 1847 – anno assai prolifico per Alkan – i 25 Préludessono uno dei cicli di pezzi poetici di cui è disseminata la produzione del loro compositore (assieme ai due Recueils de chants op. 38, le Esquisses op. 63 e Les Mois op. 74). Esplorando, come indica il loro titolo, l’insieme della tonalità maggiori e minori, l’opera termina con un venticinquesimo preludio in do maggiore destinato a suggellare la raccolta – disposizione alkaniana che ritroviamo in particolare nel quarantanovesimo brano, anch’esso in do maggiore, che chiude i 48 Motifs dell’opera 63. La progressione armonica segue un ordine rigido: tra le tonalità che evolvono per semitoni sono intercalate le tonalità minori a distanza di quarta (do maggiore – fa minore – re bemolle maggiore – fa diesis minore ecc.) Anche se nove pezzi della raccolta recano come unico titolo le indicazioni di movimento, quello di certi preludi esprime il carattere emotivo o religioso che Alkan ha voluto conferire loro. Pensati “per pianoforte o per organo”, questi brani hanno potuto così essere suonati nell’ambito di cerimonia religiose e certi titoli rafforzano questa idea: Prière du soir [Preghiera della sera]; Psaume 150e [Salmo 150]; Ancienne Mélodie de synagogue [Antica melodia di sinagoga]; J’étais endormi, mais mon cœur veillait (Cantique des cantiques) [Io dormivo, ma il mio cuore vegliava (Cantico dei Cantici)]; Prière du matin [Preghiera del mattino]; e Prière (preludio finale della raccolta). A contrario, le titolazioni degli altri preludi riportano l’ascoltatore a considerazioni più romantiche e malinconiche: La Chanson de la folle au bord de la mer [La canzone della folle in riva al mare]; Rêve d’amour [Sogno d’amore] o, ancora, Le Temps qui n’est plus [Il tempo che più non è].