Home / Persone / DÉTHIER Édouard

Stampare il contenuto della pagina

DÉTHIER, Édouard (1885-1962)

Figlio di Émile-Jean-Joseph Déthier, organista e docente al Conservatoire Royal di Liegi, Édouard Déthier cominciò giovanissimo a studiare violino con il fratello maggiore Gaston, organista, pianista e compositore precoce. La sua carriera ebbe inizio in modo folgorante in Belgio. A otto anni entrò nel Conservatorio di Liegi, uscendone con un primo premio. Si trasferì poi al Conservatorio di Bruxelles, ove ottenne un primo premio di violino e ove cominciò a insegnare nel 1902, appena diciassettenne. Nello stesso periodo iniziò una solida carriera di concertista; ingaggiato come violino solista al Théâtre de la Monnaie, fece anche le sue prime apparizioni nell’orchestra diretta da Eugène Ysaÿe, che era amico del padre. Nel 1905 Déthier emigrò negli Stati Uniti per raggiungere il fratello Gaston, partito già nel 1894, il quale sarebbe poi stato naturalizzato americano. Qui intraprese una seconda brillante carriera di insegnante e di virtuoso. Già nel 1905 eseguì con l’orchestra sinfonica di New York il Quarto Concerto di Henri Vieuxtemps; due anni dopo debuttò sul palco della Carnegie Hall, con la New York Philharmonic, con cuitenne poi svariati concerti, anche sotto la direzione di Gustav Mahler. Le tournée lo portarono in tutti gli angoli degli Stati Uniti e del Canada. A New York si esibì in concerti di musica da camera, in particolare insieme alla pianista e compositrice Cécile Chaminade; insieme eseguirono uno dei suoi Trii. Nel 1907, Déthier fu nominato professore al prestigioso Institute of Musical Art, che nel 1926 si fonderà con la Juilliard School. A partire dagli anni Dieci, si dedicò sempre più all’insegnamento, dando lezioni fino alla morte. Nel corso della sua lunga carriera di pedagogo, Déthier ha formato molti violinisti famosi, come Giora Bernstein, Julius Hegyi, Robert Mann.